crescere insieme

7 10 2008

mi arrivano le news dall’associazione il trillo, che organizza tante cose interessanti a contatto con il suono e la natura, stavolta wolfgang ha pubblicato un libro su cui secondo me si deve metter assolutamente le mani.
la presentazione a roma:

La Fondazione Basso-Sezione internazionale
e l’Associazione Il Trillo

invitano alla
presentazione del libro

CRESCERE INSIEME
MUSICOTERAPIA: UNA SFIDA ESISTENZIALE

di Wolfgang Fasser
nell’ambito del 60° anniversario della Dichiarazione dei Diritti Umani

Venerdì 17 ottobre 2008 – ore 17
Sala Conferenze Fondazione Basso
Via della Dogana Vecchia 5 – Roma

I diritti dei bambini
La terapia basata sui rapporti come fondamenti dei Diritti umani

Programma

Momento musicale con Shalom Klezmer
introduzione: Linda Bimbi, responsabile Fondazione Basso – Sezione
internazionale
Presentazione del volume: Antonella Di Maggio
Relazione: Wolfgang Fasser, Fisioterapista e musicoterapista
Conclusione
Momento musicale con Shalom Klezmer

Per informazioni rivolgersi a: Fondazione Basso-Sezione Internazionale –
Tel: 06-6877774
Associazione Il Trillo
Tel: 339-6377828

L’autore : Wolfgang Fasser

Fisioterapista e musicoterapista, svolge l’attività clinica con bambini
altrimenti abili e persone adulte presso l’Atelier di improvvisazione
musicale Il Trillo (Italia).
E’ docente presso varie scuole di musicoterapia e naturopatia e relatore a
congressi in Italia e Svizzera. Autore di numerosi articoli professionali e
pubblicazioni on line.

Il libro: Crescere insieme*

È un argomento che viene sviluppato e approfondito in questo testo. Nel
fuoco dell’attenzione è la relazione dialogica fra il terapista e il
paziente e la riflessione dei processi interiori.
Agli esempi pratici mostra vissuti, esperienze e fatti della realtà interna
della musicoterapia, ed esterna fra famiglia, scuola, servizi e società.
Il suo approccio, centrato sulla persona, la struttura funzionale del
disagio e orientandosi alle risorse del paziente e il suo contesto, ha
fortemente una prospettiva ottimista e costruttivista. La disabilità appare
in primo piano come potenziale e come sfida esistenziale sia per il bambino
che per il terapista nel cammino verso una vita con maggiori qualità.

* Crescere insieme. Musicoterapia: una sfida esistenziale, Casa Editrice
Vesalius, Costanza (Germania) 2007

Wolfgang Fasser
www.wolfgangfasser.ch

Assoc. il Trillo
www.iltrillo.org

Shalom Klezmer
www.shalom-klezmer.ch





ultima newsletter del trillo, agosto/dicembre 2008

14 07 2008

riporto con grande entusiasmo le attività proposte dal trillo in casentino, toscana.
sono esperienze molto speciali condotte da persone molto speciali, per immergersi nel suono e nella natura.
approfittatene!

Associazione IL TRILLO
Via Becarino 32/a
52014 Poppi
339/6377828
e-mail: info@iltrillo.org

Cari amici del Trillo,
Ecco il programma speciale da agosto a dicembre!

6 Agosto
“Il canto del lupo”, presentazione di registrazioni sul canto del lupo
Becarino, Il Trillo, ore 21:00
Durata ca. 2 ore

17 Agosto
“Pic-nic al tramonto sonoro”, passeggiata e pic-nic per godere del paesaggio
sonoro dell’estate
Quorle, Chiesa, ore 19:30
Durata ca. 5 ore

10 Settembre
Inizio del corso spazio-ascolto con Paolo Lupi, esperienze musicoterapiche
di condivisione e supervisione per operatori nelle relazioni di aiuto (parte
2)
Becarino, Il Trillo, ore 18:00
Durata 4 incontri

19 Settembre
“Il re del bosco”, passeggiata serale per l’ascolto del bramito dei cervi,
guidato dal dott. Prof Walter Tilgner e Wolfgang Fasser
Ponte a Poppi (piazza) ore 19:00
Durata ca. 5 ore

17 Ottobre
“I diritti umani e la terapia di bambini altrimenti abili”, presentazione
del libro “Crescere insieme” di Wolfgang Fasser
In collaborazione con la Fondazione Elio Bassi, Roma
Roma, sede della Fondazione

14 novembre
“Immagini sonore di Quorle nel 2008”, presentazione di registrazioni audio
originali della fauna locale
Becarino, Il Trillo, ore 20:00
Durata ca. 2 ore

4 dicembre
“Partendo per l’Africa…”, presentazione di registrazioni audio di cultura e
natura del Lesotho in occasione della partenza per la missione in Lesotho
Becarino, Il Trillo, ore 20:00
Durata ca. 2 ore

Le attività sono previste per i soci dell’associazione “Il Trillo”, per chi
volesse iscriversi è pregato di contattare la segreteria dell’associazione.
E’ richiesta la prenotazione alle passeggiate e alle attività almeno 3
giorni prima dell’evento.
Per ulteriori informazioni contattateci allo 0575/520287 oppure 339/6377828,
o via e-mail info@iltrillo.org
Tante altre informazioni sulle nostre iniziative le potete trovare sul
nostro sito http://www.iltrillo.org

Con cari saluti da parte del consiglio, dell’associazione IlTrillo

Il presidente
Wolfgang Fasser

Wolfgang Fasser
http://www.wolfgangfasser.ch

Assoc. il Trillo
http://www.iltrillo.org

Shalom Klezmer
http://www.shalom-klezmer.ch





le celle festival di musica sacra a cortona

21 06 2008

ecco io sono a casina a recuperarmi dalla botta di caldo subìta negli ultimi due giorni e ho bidonato alla grande il mio amato cantus anthimi perchè el cuerpo no me da…chusmeando su internet sono capitata sulla pagina aggiornata dell’eremo “le celle”, monastero di cappuccini francescani a cortona dove dovremo cantare il 5 luglio.
il programma del festival di musica sacra è molto bello, leggi il mattutino delle ore 01:30 presso le clarisse incastrato nel mezzo fra la misa criolla di ramirez e il concerto gospel.
vario e di qualità, sono proprio contenta, quasi quasi mi trattengo anche la notte del 5.
ah, fra parentesi, cantus anthimi, che proprio internazionale non è veramente, canta alle 17 e alle 18 per i vespri nella chiesa di san francesco.
eppoi c’è pamela villoresi…chi mi trattiene dall’andare lì e dirle: “io ti ho vista sul dvd di leboyer!! ho visto il tuo parto, il tuo sa-pa-sa, c’ero e respiravo con te, cantavo con te…brava!!!” lo so che chi legge mi prende per deficiente ma lei e chi ha visto il film capiscono cosa intendo!





La storia che non c’era. Il movimento delle lesbiche in Italia

18 06 2008

altra diffusione paro paro da mail tosto arrivata:

prima presentazione degli atti del convegno “La storia che non c’era. Il movimento delle lesbiche in Italia”.

26 giugno

ore 18.00

Aula Magna di Santa Cristina, via del Piombo, 5, Bologna

presentazione del volume

Il movimento delle lesbiche in Italia

a cura di Arcilesbica nazionale

in collaborazione con Centro delle donne di Bologna, Associazione Orlando

Comitato Bologna Pride

Un “filo viola” percorre la storia dei movimenti italiani dagli anni settanta, ma non ne sono esistite fino a oggi documentazione e analisi storica, se non in maniera sporadica e frammentaria. Il volume Il movimento delle lesbiche in Italia, edito da Il Dito e La Luna con introduzione di Luisa Passerini, titolare della cattedra di Storia Culturale all’Università di Torino, tratta di questa storia e intende rispondere all’esigenza di studio dei movimenti lesbici italiani: dalla loro nascita con il FLO (Fronte di Liberazione Omosessuale) di Maria Silvia Spolato, passando per il lesbofemminismo e il separatismo fino alla politica dei diritti e della visibilità cominciata negli anni novanta.

Il movimento delle lesbiche in Italia è una raccolta di ricerche di studiose italiane di varia formazione politica, culturale e generazionale, presentate a Roma nel convegno “La storia che non c’era” del giugno 2007 e ora divenute saggi.

Il libro è stato curato da un gruppo redazionale volontario mosso dal desiderio di sottrarre gli oltre trent’anni di una storia appassionata e appassionante, densa di luoghi, persone e situazioni, alla frammentarietà delle informazioni e all’oblio.

All’interno o in un rapporto dialettico con il movimento femminista e con quello gay e trans, oppure in varie forme autonome, le lesbiche italiane hanno coraggiosamente aperto la via a importanti percorsi di trasformazione biopolitica della società.

Ne Il movimento delle lesbiche in Italia non viene affrontata soltanto la storia politica dei movimenti lesbici, ma anche il complesso e affascinante intreccio di militanza, produzione artistica (cinema, letteratura, teatro) e teorica; alcuni saggi sono dedicati, inoltre, a riviste e web come forme di comunicazione autogestite che hanno favorito la creazione di una comunità e di una rete italiana dove le lesbiche potessero cominciare a essere visibili e a esprimersi soggettivamente e collettivamente senza paure e censure.

Le curatrici de Il movimento delle lesbiche in Italia sono Monia Dragone, Cristina Gramolini, Paola Guazzo, Helen Ibry, Eva Mamini e Ostilia Mulas, e in questa occasione, dialogheranno con Enrica Capussotti (storica ricercatrice precaria – Universita’ di Siena), Paola di Cori (docente di studi culturali e studi di genere – Universita’ di Urbino), Elena Petricola (storica della rivista “Zapruder” – Universita’ di Torino), Annamaria Tagliavini (direttrice della Biblioteca italiana delle donne). Moderatrice dell’incontro sarà Francesca Polo, presidente nazionale di ArciLesbica ed editrice con Il Dito e La Luna.





raccontare la periferia

28 04 2008

la comunità delle piagge in collaborazione con “l’altracittà-il giornale della periferia” e il gabinetto vieusseux organizza il terzo premio di diaristica e testimonianze narrative inedite.
link del centro romantico del gabinetto
http://www.vieusseux.fi.it/centro_romantico.html


e volantino





cuori che aspettano di essere considerati

20 04 2008

nel weekend dadadista e naif che mi sono goduta a roma c’e’ anche stato lo spazio e il tempo per conoscere l’autrice di un libro ben fatto sulle problematiche infantili quando si tratta di affidamento giuridico. attraverso i disegni dei bambini, maria rosaria, interpreta preziosamente le loro paure e angosce e dà al lettore la chiave di lettura per molte informazioni che altrimenti passerebbero inosservate a un occhio non esperto.
maria rosaria costanza è pedagogista clinica e molto di più, donna molto dolce e con vissuti personali importanti, congiunge la sua esperienza e la sua professionalità con una genuina passione per l’infanzia e le sorti dei più sfortunati dei nostri cuccioli.
niente da aggiungere se non che il ricavato dei diritti d’autore verrà interamente devoluto all’unicef.

la sua associazione e il suo curriculum
http://www.coppiaefamiglia2000.it/Costanza.htm

la scheda del libro
http://www.francoangeli.it/Ricerca/Scheda_Libro.asp?CodiceLibro=1305.84

cuori che aspettano di essere considerati





enzo bianchi for president

13 03 2008

l’altra sera, trafelata, stanchissima e con il ricordo nello stomaco di un solitario panino risalente alle 18 ore precedenti, mi sono fiondata agli innocenti per sentire dal vivo quello gnomo spettacolare che e’ enzo bianchi. a parte che per certi termini e accenti gli avrei allungato un devoto-oli ma mi sono resa conto subito che avrei dovuto a) sforzarmi di non ridere come un’imbecille, perche’ ero seduta in terra a pochi metri da lui, ogni volta che diceva “uoumo” e visto che ero stanca sarebbe stata un’impresa ardua b) sarei dovuta essere armata del cervello fresco di un sedicenne che ha appena iniziato filosofia al liceo, con a portata di mano un glossario di teologia, un dizionario di ebraico, uno di greco, una sinossi di aramaico/latino e qualche altro aiutino per districarmi nella selva di termini dotti.
al di là di ciò, quest’ometto è un concentrato di praticità e saggezza e riesce a dare risposte a braccio complete e propositive di nuove riflessioni insieme.
per fortuna non è un raro evento sentirlo parlare, specialmente quando va in giro a presentare nuovi libri: da fazio presenta “la differenza cristiana”, racconta una giornata a bose, spiega l’importanza del silenzio. (in realtà non capisco come possa dire le cose che dice in fondo all’intervento a proposito della comunione fra cristiani che benedetto xvi secondo lui starebbe favorendo…forse favorisce la comunione fra noi che siamo tutti contro di lui…)
è uno gnometto niente male, che, come disse sempre da fazio l’anno successivo, dove è andato a presentare “cristiani nella società”, è completamente inutile: noi monaci serviamo a nulla, utili a nessuno.
esattamente come l’arte.