luglio e la festa d’estate a romena

29 06 2008

già luglio è alle porte e al mio blog arrivano gli interessati al calendario di romena, ve lo riporto qui sotto:

venerdì 4-5-6 luglio

secondo corso

Romena incontri 2008

domenica 6 luglio

Arturo Paoli e

Antonietta Potente

“La mitezza”

venerdì 11-12-13 luglio

terzo corso

venerdì 11-12-13 luglio

“Giobbe”

corso biblico con Lidia Maggi

venerdì 18-19-20 luglio

primo corso

domenica 20 luglio

incontro gruppo Naìn

sabato 26 e

domenica 27 luglio

FESTA d’ESTATE

tutti i link un po’ più specifici sul sito della fraternità





no non è tereré

28 06 2008

prego gli argentini e paraguayiani in lettura in questo momento di rivolgere altrove la loro attenzione, temendo una rivolta popolare…
ieri presa dal caldo ho tentato di sperimentare nuovi modi per rinfrescarmi e reidratarmi, dato che sudo come un cotechino notte e dì e in casa ho i soliti 32°C financo alle 7 am.
dotata di una comoda macchina per fare il caffè all’americana, me lo sono rifatto come da post ma stavolta avevo preventivamente messo una bottiglia di acqua piena per metà nel freezer, che poi ho finito di riempire con il risultato della macchina da caffè.
boh, sarà che ho usato la yerba rosamonte stavolta, bien bien criolla, di ottimo sapore un po’ affumicato, ma mi è venuto fuori un mate con hielo fantastico!!!
provate provate provate!

sulla yerba
sul mate
sul tereré

in un grande supermercato della mia città ho sempre trovato facilmente la taragui con palo 500 gr a € 2,45 ora si trovano anche la rosamonte e la cruz de malta a € 2,48.
molti negozietti etnici del centro hanno altre varietà, non ricordo i prezzi.

le mie preferenze attuali vanno alla rosamonte con palo, amara, sin yuyo. calda o fredda.





22 06 2008

mah, speriamo a ‘sto giro di cantare in modo armonioso come non mi succede da un bel po’.
la mia amusicalità dell’ultimo, lungo, periodo va un po’ di pari passo con la mia anaffettività: stesso periodo alla fine.
un fisico un matematico e un ingegnere per spaccare la chela di un mezzo astice.
vorrei abbracciarla più umanamente ma percepisco che nei suoi sorrisi e nella sua voglia di stare con gli altri spensieratamente c’è una sorta di non volersi mettere troppo in relazione o in gioco e questo mi induce a fare o dire una serie di cose che mi fanno risultare idiota perchè al gioco del “non coinvolgiamoci troppo perchè non si sa come va a finire” io ci sto alla grande, ci sguazzo, ma per prendere distanza mi infilo in dei calambour di gaffe che solo io riesco a cucire insieme in così poco tempo.
ok, non ne vuoi parlare e io percepisco.
necessariamente percepisco là dove non ci sono parole.
mi si abbassa la soglia della voglia di vivere, dello star bene, del voler vedere persone a cui tengo.
è come un dormiveglia per non addormentarsi, per tenere tutto lo stesso sotto controllo e in qualche modo esserci, e per non svegliarsi, per non trovarsi davanti la cruda realtà di persone perdute, perse, sparite, annullate, perchè è così…mi annullo per non annullarmi, alla fine, non annullarmi davanti a chi ho perso, a chi se ne è andato, e allontano chi invece c’è, per non vederlo un giorno allontanare.
forse.
se lo capissi fino in fondo avrei di nuovo il mio ritmo, il mio colore, la mia gioia nella voce e invece no.
ansia.
attesa.
tentativi.
e lui?
potenzialmente a pieno titolo lo investirei nella mia vita, della mia vita, ma la paura, la paura è sempre tanta.
chissà cosa sono, chissà come sono in una storia.
attesa.





le celle festival di musica sacra a cortona

21 06 2008

ecco io sono a casina a recuperarmi dalla botta di caldo subìta negli ultimi due giorni e ho bidonato alla grande il mio amato cantus anthimi perchè el cuerpo no me da…chusmeando su internet sono capitata sulla pagina aggiornata dell’eremo “le celle”, monastero di cappuccini francescani a cortona dove dovremo cantare il 5 luglio.
il programma del festival di musica sacra è molto bello, leggi il mattutino delle ore 01:30 presso le clarisse incastrato nel mezzo fra la misa criolla di ramirez e il concerto gospel.
vario e di qualità, sono proprio contenta, quasi quasi mi trattengo anche la notte del 5.
ah, fra parentesi, cantus anthimi, che proprio internazionale non è veramente, canta alle 17 e alle 18 per i vespri nella chiesa di san francesco.
eppoi c’è pamela villoresi…chi mi trattiene dall’andare lì e dirle: “io ti ho vista sul dvd di leboyer!! ho visto il tuo parto, il tuo sa-pa-sa, c’ero e respiravo con te, cantavo con te…brava!!!” lo so che chi legge mi prende per deficiente ma lei e chi ha visto il film capiscono cosa intendo!





skype vs voip

18 06 2008

volevo ampliare e completare il discorso della guida web 2.0 per i dummies, IV puntata, ma non ho tempo ora come ora.
importante e attuale però è un tema di ampia utilità web 2.0 e ho istigato un amichetto a trattarne, visto che ne ha la competenza.
cari dummies, date un’occhiata quindi anche a
questo, scritto da pietro e fatevi un’idea





La storia che non c’era. Il movimento delle lesbiche in Italia

18 06 2008

altra diffusione paro paro da mail tosto arrivata:

prima presentazione degli atti del convegno “La storia che non c’era. Il movimento delle lesbiche in Italia”.

26 giugno

ore 18.00

Aula Magna di Santa Cristina, via del Piombo, 5, Bologna

presentazione del volume

Il movimento delle lesbiche in Italia

a cura di Arcilesbica nazionale

in collaborazione con Centro delle donne di Bologna, Associazione Orlando

Comitato Bologna Pride

Un “filo viola” percorre la storia dei movimenti italiani dagli anni settanta, ma non ne sono esistite fino a oggi documentazione e analisi storica, se non in maniera sporadica e frammentaria. Il volume Il movimento delle lesbiche in Italia, edito da Il Dito e La Luna con introduzione di Luisa Passerini, titolare della cattedra di Storia Culturale all’Università di Torino, tratta di questa storia e intende rispondere all’esigenza di studio dei movimenti lesbici italiani: dalla loro nascita con il FLO (Fronte di Liberazione Omosessuale) di Maria Silvia Spolato, passando per il lesbofemminismo e il separatismo fino alla politica dei diritti e della visibilità cominciata negli anni novanta.

Il movimento delle lesbiche in Italia è una raccolta di ricerche di studiose italiane di varia formazione politica, culturale e generazionale, presentate a Roma nel convegno “La storia che non c’era” del giugno 2007 e ora divenute saggi.

Il libro è stato curato da un gruppo redazionale volontario mosso dal desiderio di sottrarre gli oltre trent’anni di una storia appassionata e appassionante, densa di luoghi, persone e situazioni, alla frammentarietà delle informazioni e all’oblio.

All’interno o in un rapporto dialettico con il movimento femminista e con quello gay e trans, oppure in varie forme autonome, le lesbiche italiane hanno coraggiosamente aperto la via a importanti percorsi di trasformazione biopolitica della società.

Ne Il movimento delle lesbiche in Italia non viene affrontata soltanto la storia politica dei movimenti lesbici, ma anche il complesso e affascinante intreccio di militanza, produzione artistica (cinema, letteratura, teatro) e teorica; alcuni saggi sono dedicati, inoltre, a riviste e web come forme di comunicazione autogestite che hanno favorito la creazione di una comunità e di una rete italiana dove le lesbiche potessero cominciare a essere visibili e a esprimersi soggettivamente e collettivamente senza paure e censure.

Le curatrici de Il movimento delle lesbiche in Italia sono Monia Dragone, Cristina Gramolini, Paola Guazzo, Helen Ibry, Eva Mamini e Ostilia Mulas, e in questa occasione, dialogheranno con Enrica Capussotti (storica ricercatrice precaria – Universita’ di Siena), Paola di Cori (docente di studi culturali e studi di genere – Universita’ di Urbino), Elena Petricola (storica della rivista “Zapruder” – Universita’ di Torino), Annamaria Tagliavini (direttrice della Biblioteca italiana delle donne). Moderatrice dell’incontro sarà Francesca Polo, presidente nazionale di ArciLesbica ed editrice con Il Dito e La Luna.





festa arcilesbica bologna

18 06 2008

riporto paro paro da mail appena arrivatami

care, venerdì 27 giugno ( vigilia del Bologna PRIDE) Arcilesbica organizza una cena seguita da festa c/o ALL’ARCANGELO MICHELE – Ristorante Vinoteca
Via Castiglia 5/D – Idice di San Lazzaro di Savena – 40068 Bologna.

Il locale ha un numero limitato di posti a sedere, per questo motivo è necessaria la prenotazione nel più breve tempo possibile.
La cena con festa a seguire costa 15 euro , la sola festa è gratuita.
L’incasso servirà a coprire in parte le spese del carro Arcilesbica al Pride.
La serata avrà inizio alle 19,30 per coloro che vorranno venire lì a fare due chiacchiere e a bere un aperitivo (il posto è molto gradevole).
Alle 21 avrà inizio la cena e a seguire la festa.
Per facilitare gli spostamenti delle donne non auto-munite, quindi sopratutto per coloro che vengono da altre città, metteremo a disposizione un servizio di car-free (gratuito appunto free)dal centro della città al luogo in cui si svolgerà la serata.

ciao a tutte
Anna Maria Palumbo
per la segreteria nazionale
e per Arcilesbica Bologna

info: 347-7148921
P.S. si prega di darne massima diffusione
Allegato piantina per raggiungere il locale