concerto a firenze

23 04 2009

wow, dopo un bel periodino di inattività per motivi vari, neanche tanto simpatici, cantus anthimi torna alla grande nella mia città anche se sarò incasinatissima quel giorno causa matrimonio-cara-amica-fuori-firenze-senza-mezzi-pubblici-che-raggiungano-il-luogo-del-delitto…
saremo caricatissimi gente!
il programma è mariano con una spolverata di fuoco sfiziosa sul finale, ingresso gratuito

aymanifest_0001

Laudario di Cortona VENITE A LAUDARE
(XIII° sec)

Cancionero de Palacio AY, SANTA MARIA
(XVI° sec)
Nascita di Maria

Hildegard von Bingen O FRONDENS VIRGA
(1098 – 1179)
L’ Annunciazione di Maria

Gregoriano AVE MARIA

Manoscritto di CIVIDALE – AVE, GLORIOSA MATER Sequenza
Cod. LVI, XIV° Sec
La visitazione di Maria

Gregoriano MAGNIFICAT

Nascita di Cristo

Laudario Giustinianeo AVE, TEMPIO DE DIO SACRATO
Venezia (XV° sec)
Pietà

Lauda “Planctus Virginis” OGN’UN M’ENTENDA
dal cod. Marciano It. IX,145 sec XV°

Della morte di Maria

Codex LAS HUELGAS SALVE, PORTA REGIS
Monastero di Burgos – XIII. sec

***

EL FUEGO ENSALADA a 4 voci -Corred, corred peccadores…
Mateo Flecha (1481-1553) qui biberit ex hac aqua non sitiet in aeternum
Monaco carmelitano

Chiesa dei Santi
MICHELE E GAETANO
piazza ANTINORI – FIRENZE
prosecuzione via de’ Tornabuoni
2 maggio 2009 – ore 21
AY, SANTA MARIA
Letture di poesie di Rainer Maria Rilke (1875-1926)
“LA VITA DI MARIA” (Duino 1912/13)
Canti mariani del Medioevo e Rinascimento
Gregoriano – Laudario di Cortona
Cancionero de Palacio (XVI° sec) – Manoscritto di CIVIDALE Cod. LVI (XIV° Sec)
Codex LAS HUELGAS Monastero di Burgos (XIII. Sec) – Cod. Marciano It. IX,145 (sec XV°)
Hildegard von Bingen (1098 – 1179) – Mateo Flecha (1481-1553)

C a n t o r i
A
A N T H I M I
T
U
S
soprano
ULRIKE WURDAK
direzione
LIVIO PICOTTI
http://cantusanthimi.blogspot.com/
cantusanthimi@gmail.com
avviso sacro

Annunci




trillonews, un po’ in ritardo…

14 04 2009

mi autorimprovero di non aver più postato aggiornamenti del trillo, per fortuna c’è chi comunque viene a sapere certe cose e approda stupefatto a chiedere informazioni, a me, capito, a me che manco ci sono mai stata lassù a fare certe esperienze perchè non mi ci porta nessuno, a me che solo ho avuto wolfgang per docente e chi se lo leva più dallo spirito….
insomma, popolo, questo è quanto:

Trillonews
Associazione “Il Trillo”
Via Becarino 32/a
52014 Poppi (Ar)
http://www.iltrillo.org
info@iltrillo.org

Programma speciale marzo 2009 – giugno 2009

Cari amici,
ecco i nuovi appuntamenti per le serate a tema!

24 marzo
Benvenuta Primavera! Passeggiata di ascolto guidato nei dintorni di Quorle
Chiesa di Quorle, h 19:30
Durata ca. 3 ore

2 aprile
Viaggiare con la musica 2, esperienza di ascolto musicale e fantasia
Becarino, h 20:00
Durata ca. 2 ore

4 aprile
La luce della luna, concerto del gruppo Shalom Kletzmer
Chiesa di San Niccolo’ di Talla, h 21:00
organizzato dall’ Associazione Musicale Guido Monaco, sponsor
http://www.ilbelcasentino.it

13 aprile
Invisibile agli occhi
Romena h 16:00
Presentazione del libro di Massimo Orlandi e Wolfgang Fasser con contributi
musicali del gruppo Shalom Kletzmer

30 aprile
Guarire con le erbe… passeggiata serale con spiegazione delle piante
curative lungo il sentiero
Chiesa di Quorle, h 18:00
Durata ca. 4 ore

21 maggio
Il canto dell’usignolo, passeggiata di ascolto nei dintorni di Quorle
Chiesa di Quorle, h 20:00
Durata ca. 3 ore

Per partecipare desideriamo la prenotazione almeno tre giorni prima dell’
incontro. Potete prenotare chiamando al numero 320 35 27 114 oppure mandando
una mail info@iltrillo.org
Queste iniziative sono aperte a tutti i soci del Trillo, chi non fosse
ancora socio può iscriversi all’inizio della serata. Tutte le serate
tematiche sono incluse nella tessera annuale di euro 15.
Per ulteriori informazione potete visitare il nostro sito http://www.iltrillo.org

Con cari saluti,

Wolfgang Fasser e Francesca Abignente, consiglio associazione Il Trillo

Wolfgang Fasser
http://www.wolfgangfasser.ch

Assoc. il Trillo
http://www.iltrillo.org

Shalom Klezmer
http://www.shalom-klezmer.ch





dido’s lament

12 04 2009

eh, oggi aria di struggimento…un pezzo splendido che finalmente ho trovato in una versione che mi aggrada alquanto.

come siamo cattive ^^ !!! (questa versione non è il massimo invece, le streghe niente male ma la sorceress è troppo mielosa per compiere un delitto del genere!)





tanto io c’ho la musica

14 11 2008

“lei la ci ha la musica.”
“eh?”

signora: no, dico, lei, la c’ha la musica!
io: ma, eh…sì, questi? (indico gli spartiti sulle mie gambe)
signora: no, dico, dentro, la c’ha la musica.
io: ….?!….io? mah, sì, penso di sì, sì.
signora: eh, l’ho visto subito.
io: come?!
signora: si, da qui: dal collo, dalla fronte, da come la si muove, l’ho visto subito quando la m’è passata accanto prima.
io: ehm, temevo di pestarla veramente…si vede eh? grazie, grazie mille e lei icchè la c’ha?
signora: io c’ho la pittura. visto? l’arte è Dio. si vede.
(nel contempo fra’ massimo stava dicendo praticamente la stessa cosa sull’architettura dall’altare, nda)

e così sabato scorso, per non saper né leggere né scrivere, mi sono goduta un contesto anthimiano sui generis, abbastanza pieno di persone abbastanza amate, nella mia città, che lancia nuove avventure dello spirito e del canto e mi son presa pure il complimento più bello in assoluto che chiunque mi abbia mai fatto, da una sconosciuta forse lievemente psichiatrica e artista (categorie per le quali ho un debole spudorato) che ha colto in me, senza sentire una sola nota, l’essenza di quello che bramerei da sempre di poter comunicare al mondo: che siamo musica.

domani si replica. altre persone, spero alcune fra quelle più amate, contesto molto diverso da quello che ci aspettavamo all’inizio ma che promette grandi lanci nel vuoto con la rete della volontà della Provvidenza.
a buon rendere!!

cmq, per chi non ha di meglio da fare (ed è molto probabile che non ce lo abbiate) ore 15 dai padri agostiniani di piazza santo spirito, per fare suono, alla maniera nostra.





crescere insieme

7 10 2008

mi arrivano le news dall’associazione il trillo, che organizza tante cose interessanti a contatto con il suono e la natura, stavolta wolfgang ha pubblicato un libro su cui secondo me si deve metter assolutamente le mani.
la presentazione a roma:

La Fondazione Basso-Sezione internazionale
e l’Associazione Il Trillo

invitano alla
presentazione del libro

CRESCERE INSIEME
MUSICOTERAPIA: UNA SFIDA ESISTENZIALE

di Wolfgang Fasser
nell’ambito del 60° anniversario della Dichiarazione dei Diritti Umani

Venerdì 17 ottobre 2008 – ore 17
Sala Conferenze Fondazione Basso
Via della Dogana Vecchia 5 – Roma

I diritti dei bambini
La terapia basata sui rapporti come fondamenti dei Diritti umani

Programma

Momento musicale con Shalom Klezmer
introduzione: Linda Bimbi, responsabile Fondazione Basso – Sezione
internazionale
Presentazione del volume: Antonella Di Maggio
Relazione: Wolfgang Fasser, Fisioterapista e musicoterapista
Conclusione
Momento musicale con Shalom Klezmer

Per informazioni rivolgersi a: Fondazione Basso-Sezione Internazionale –
Tel: 06-6877774
Associazione Il Trillo
Tel: 339-6377828

L’autore : Wolfgang Fasser

Fisioterapista e musicoterapista, svolge l’attività clinica con bambini
altrimenti abili e persone adulte presso l’Atelier di improvvisazione
musicale Il Trillo (Italia).
E’ docente presso varie scuole di musicoterapia e naturopatia e relatore a
congressi in Italia e Svizzera. Autore di numerosi articoli professionali e
pubblicazioni on line.

Il libro: Crescere insieme*

È un argomento che viene sviluppato e approfondito in questo testo. Nel
fuoco dell’attenzione è la relazione dialogica fra il terapista e il
paziente e la riflessione dei processi interiori.
Agli esempi pratici mostra vissuti, esperienze e fatti della realtà interna
della musicoterapia, ed esterna fra famiglia, scuola, servizi e società.
Il suo approccio, centrato sulla persona, la struttura funzionale del
disagio e orientandosi alle risorse del paziente e il suo contesto, ha
fortemente una prospettiva ottimista e costruttivista. La disabilità appare
in primo piano come potenziale e come sfida esistenziale sia per il bambino
che per il terapista nel cammino verso una vita con maggiori qualità.

* Crescere insieme. Musicoterapia: una sfida esistenziale, Casa Editrice
Vesalius, Costanza (Germania) 2007

Wolfgang Fasser
www.wolfgangfasser.ch

Assoc. il Trillo
www.iltrillo.org

Shalom Klezmer
www.shalom-klezmer.ch





camaiore e montecarlo

3 09 2008

ho passato l’ultimo weekendino cullata nella gioia di stare con amici cari e piacevoli, condividendo musica e scherzi, tragedie familiari, cani, gatti, viaggetti in macchina su e giù, mangnate e bevute.
il contesto era fare musica antica prima a lucca per le prove e poi a camaiore e montecarlo per un paio di concerti.
musicalmente siamo avvezzi a ben altro coinvolgimento emotivo e spirituale, oltre che ad un’altra qualità del suono vocale, ma per fare musica antica non si butta via nulla e il risultato finale è stato più che dignitoso e divertente, fra l’altro molti dei partecipanti erano persone gradevoli.
ho fatto un paio di cartoline sonore, una in prova acustica mentre accordavano le vielle, l’altra fuori dalla collegiata di camaiore dove abbiamo beccato un personaggino niente niente male: vaschino….nel box a destra i risultati mp3, come al solito.
su flickr un po’ di foto.





non potho reposare (a diosa)

17 08 2008

…e visto che stasera sono pateticamente a struggermi, mi struggo fino in fondo e ti dedico la più struggente in assoluto…

Non potho reposare amore e coro
pensende a tie soe donzi momentu.
No istes in tristura prenda e oro
né in dispiacere o pessamentu.
T’assicuro ch’a tie solu bramo,
ca t’amo forte t’amo, t’amo, t’amo

Amore meu prenda de istimare
s’affettu meu a tie solu est dau;
s’are iuttu sas alas a bolare,
milli bortas a s’ora ippo bolau;
pro benner nessi pro ti saludare,
s’attera cosa non a t’abbissare.

Si m’esseret possibile d’anghelu
d’ispiritu invisibile piccabo
sas formas; che furabo dae chelu
su sole e sos isteddos e formabo
unu mundu bellissimu pro tene,
pro poder dispensare cada bene.

Amore meu, rosa profumada,
amore meu, gravellu olezzante,
amore, coro, immagine adorada.
Amore, coro, so ispasimante,
amore, ses su sole relughente,
ch’ispuntat su manzanu in oriente.

Ses su sole ch’illuminat a mie,
chi m’esaltat su coro e i sa mente;
lizzu vroridu, candidu che nie,
semper in coro meu ses presente.
Amore meu, amore meu, amore,
vive senz’amargura, nè dolore.

Si sa lughe d’isteddos e de sole,
si su bene chi v’est in s’universu
are pothiu piccare in d’una mole,
comente palumbaru m’ippo immersu
in fundu de su mare a regalare
a tie vida, sole, terra e mare.

Unu ritrattu s’essere pintore,
un’istatua ‘e marmu ti vachia
s’essere istadu eccellente iscultore,
ma cun dolore naro: “Non d’ischia”.
Ma non balen a nudda marmu e tela
in cunfrontu ‘e s’amore d’oro vela.

Ti cherio abbrazzare egh’e basare
pro ti versare s’anima in su coro;
ma da lontanu ti deppo adorare.
Pessande chi m’istimas mi ristoro,
chi de sa vida nostra tela e tramas
han sa matessi sorte prite m’amas.

Sa bellesa ‘e tramontos, de manzanu
s’alba, aurora, su sole lughente,
sos profumos, sos cantos de veranu,
sos zeffiros, sa brezza relughente
de su mare, s’azzurru de su chelu,
sas menzus cosas dò a tie, anghèlu.

forse ti dovrei dedicare la risposta di diosa al suo diosu ma dice tutto, tutto già “a diosa”…