sanremo

24 02 2008

sono italiana.

devo accettare questo fatto. c’e’ qualcosa in me che spinge a fare le cose da italiana, all’italiana, per gli italiani.

non lo avrei mai sospettato.

anche quest’anno telefonata dell’agenzia che si occupa di procurare persone per la giuria demoscopica. quest’anno meno cortese, piu’ sfavata e piu’ cialtrona del giovane che l’anno scorso mi ha preso fra l’uscio e il muro non dichiarando che cercava persone per la giuria di sanremo e mi ha fatto dire di sì senza quasi rendermene conto. quella di quest’anno:

lei fa musica pop amatorialmente?  – ne faccio ma di altri tipi-    -scrive: fa musica pop

quanti cd o dvd di musica ha comprato nell’ultimo anno?   -due-     -dice: facciamo tre o quattro.

e’ andata almeno a un concerto nell’ultimo anno?   -ne ho fatti decine e ne ho sentiti una decina, ma musica antica, gospel o opera-            -scrive: ha visto molti concerti di musica pop

le piacerebbe partecipare alla giuria del celebre festival di musica italiana la sera tale nel posto tale, dalle 18 a fine serata con un “buffet” in pausa?

io:-ma, veramente non saprei….- nella mia mente passano le serate in saloncino alla pergola, le prove delle opere a boboli, i carmina burana dentro san galgano, i concerti con i jubilee, le prove del fu quintetto, ottetto, trio,  il corone universitario, i corsi di musica medievale a urbino, il careggi in musica a cui arrivai con le lastre dell’incidente fra i denti e a cui cantai lo stesso,  i concerti e le prove con i cantus anthimi in santa giustina a padova…no, via…io che c’entro, non mi interessa la musica pop, ne sento poca, ne conosco ancora meno, rubo la possibilita’ a qualche fissato di sanremo che magari mi sgozzerebbe per essere li’ al mio posto?  dico: -sì, va bene via.-

ma come “sì va bene, via” ?! non hai la tv da quasi due anni, non senti la radio,  non ti e’ bastata l’esperienza dell’anno scorso? con due crostini rinsecchiti per cena, il caffe’ volatilizzato dalle cavallette che mi avevano preceduto, le ore di attesa fra sconosciuti gasati per la situazione, l’attacco di quella che ti ha chiaramente fatto capire che se non ci volevi stare potevi lasciare il posto a uno che se ne intende, come lei? non ti era bastato l’anno scorso dove prima della fine della penultima battuta dovevi aver gia’ votato perche’ ti sequestravano la scheda dalle mani e col cavolo che potevi riflettere un attimo su cosa pensavi della canzone appena sentita?

ma vuoi mettere: dare un 2 ad albano e un 10 a  “pensa”, la canzone sulla mafia…..non sono soddisfazioni che tutti si possono togliere, e il tuo voto vale! vale sul serio. se mi lamento che sanremo non mi interessa e che forse mi fa anche un po’ pena mi sono detta:via quest’aria snob e cogli  la possibilita’ di contribuire con la differenza che il mio gusto, diverso, puo’ fare, disomologare la tipologia di pubblico,  creare variabilita’ e’ una chance che chi ama la musica magari deve, alla musica stessa.

e allora ci vado e ne chiacchierero’ lamentosamente per un po’, come ho fatto anno e come faranno tutti quelli gasati o meno, che hanno la possibilita’ di fare qualcosa per questa nazione, per il popolo, per la patria!!!!

(non sto a spiegare l’ironia della frase precedente, chi mi conosce sa…)

Annunci