27 08 2008

quela è visibilmente peggiorata nell’ultimo mese, gli sproloqui, le ossessioni, le percezioni sbagliate della realtà, del caldo, del freddo, degli odori, di cosa pensa di cui io abbia bisogno, che la fanno cullare nelle nuove fole di volersi sentire un po’ madre, quando sembra riflettere sui suoi errori passati, sono arrivate a un livello molto faticoso da sopportare e quando io sono l’obbiettivo delle sue manie mi snerva oltremodo, so, ed è l’unica certezza che mi fa continuare a tollerare le offese, le balle e la mancanza di rispetto, che è la patologia che la fa agire e verbalizzare nelle direzioni illogiche che la sua mente prende.
sapere della morte, dolorosa, di v. le ha dato una bella batosta e sta dormendo molto in questi giorni, dice di aver male ai reni, se solo sentissero i medici di cosa si nutre e che liquidi ingerisce….
mi fa male vederla così, sentirla partire in quarta nelle elucubrazioni folli e sono quasi contenta di essere così arrabbiata con lei e con mio padre da non essere troppo in empatia con quel dolore perchè so che se solo un minimo cedo, come sarebbe mia natura, io non farò altro che imitare il suo sonno diurno, la sua inerzia, come fosse una richiesta d’aiuto a chicchessia, vacua, gettata al vento.
domattina prima di arrivare a lucca chiamerò lo psycho per sentire che conclusioni ha tratto e che ne posso trarre io, visto che sembra che abbiano concluso.
il fatto che non ci sia una certificazione mi fa avere le mani legate da un punto di vista sia pratico che emotivo, che posso fare? dov’è il confine di quello che devo e posso fare per lei e dove sta la sua indipendenza? molte conclusioni che traggo per poter prendere la mia vita in mano, la mia casa, le mie relazioni e le mie attività, sfociano nella conseguenza logica di portare in tribunale mio padre, cosa che in realtà non voglio fare ma mi sembra che ogni giorno che passa in questa situazione mi venga richiesto a gran voce, e chi s’è visto s’è visto.
a metà settembre riprende un tran tran frenetico, feroce, di lavoro, tirocinio, lezioni, studio e non so come potrò far coincidere energie e orari.
basta un giorno, un solo giorno che il mio corpo e la mia mente imitino la sua patologia nel dormire per esempio, che sono fottuta: licenziata.
combatterò perchè questo non accada ma le mie risorse sono ridotte a un lumicino in certi periodi.
che la provvidenza mi sostenga e lo spirito mi illumini sul da farsi, sia fatta la tua volontà.

Annunci

Azioni

Information

4 responses

27 08 2008
donmo

E magari una prece. Ogni tanto qualcuna già ne dicevo, per la mia amica, vorrà dire che si intensificherà la cosa. Il risultato non è garantito, ma l’impegno sì.

27 08 2008
mafalda

grazie, è importante poter contare su di te. quando sono sovraccarica non so pregare granchè bene per gli altri, figuriamoci per me….rimpinguo la tua lista…

28 08 2008
Sandra

Stamattina mi sono fatta persuasa (per dirla alla Montalbano) che:
1) il tuo blog devo venirlo a leggere più spesso;
2) ci si deve proprio vedere, uno di questi giorni (magari a Prato?…).
Un abbraccio.

3 09 2008
mafalda

oh carissima ma grazie, vediamoci, certo, non vedo perchè a prato se bazzichi rifredi cmq il modo lo troviamo, a presto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: