aria di roma

20 04 2008

vorrei fermare in un quadro questo appena trascorso fine settimana, so che non troverò le parole e che questo post si trasformerà fra breve in un prolisso stream of conciousness in cui solo io e pochi altri potranno riconoscersi, dovrei limitare nomi e fatti per non far riconoscere pubblicamente ecceteraecceteraeccetera, che palle…chi ha orecchie per intendere intenda, chi non ce l’ha, in camper.
giovedì pomeriggio lascio un discorso di statistica a mezzo per volatilizzarmi sull’R e ricevere una telefonata che poteva farmi andare di traverso molte cose: “le hanno clonato la carta di credito” ma non è successo, l’incontro con gli anthimi in attesa alla panchina del mio treno ha riportato l’umore in alto in alto nel giro di un minuto. e tre ne ho raccattati lì, si ride si scherza ci si stima ci si ascolta, sono queste le cose che fanno la differenza con i cori che insieme ci cantano e basta, e di solito a causa di ciò non lo fanno nemmeno particolarmente bene.
sul treno si trova l. e poi la splendida moglie che sale qualche fermata dopo. siamo travolti dal piacere di ascoltarci e parlare insieme indipendentemente da quello che stiamo dicendo, è lo sguardo e il sorriso che ci scambiamo che provoca in noi uno stato di semplice benessere.
di stazione in stazione ci rendiamo conto della bellezza della giornata benedetta da un bel sole anche se la città è così bella da sola, arriviamo al nostro albergo, anche se girando girando abbiamo poi finito per spendere molti soldi in una cattiva cena. riusciamo a vedere san pietro evitando la pioggerella improvvisa, si scambiano battute e sorrisi.
io nel frattempo mi sciolgo completamente ai complimenti per la voce da parte di una certa persona che quando me lo dicono mi imbarazzo ogni volta, ma detto da lui mi stavo liquefacendo anche se nonostante il fragore di piatti che sento ogni volta che mi si tocca nell’equilibrio affettivo cercavo di mantenere il mio solito aplomb flemmatico razionale di spigliata verbalizzazione riconducendo il discorso al fatto che temevo di cantare troppo forte, ma no è che si sente che sostieni la sezione, ma sei sicuro no perchè mi dà fastidio che mi si noti etc. …il seguito in altri post scritti senza ordine di tempo nè mentale…

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: